Un grazie di cuore a tutti

Seguici:

14

 

Anche per questa edizione il Premio Civitas, ha confermato il suo prestigio culturale e soprattutto il suo forte legame con il territorio. Pozzuoli oggi rinasce anche grazie al Premio Civitas e alla lungimiranza di chi, già venti anni fa, ha creduto fortemente nel rilancio di questo territorio dalla storia millenaria, custode di tradizioni e di un patrimonio artistico e culturale dalle caratteristiche uniche.

Sono doverosi dunque i ringraziamenti a tutte le persone che ci hanno sostenuto nel realizzare questa eccezionale serata: la Regione Campania che ha reso possibile l’evento insieme al Comune di Pozzuoli che ci ha spianato la strada per andare avanti; la Soprintendenza ai beni archeologici di Napoli che ha accettato l’affascinante sfida di allestire un’arena nel favoloso Tempio di Serapide, la Soprintendenza del Teatro San Carlo di Napoli e tutti gli uffici del teatro stesso, compresa la mirabolante orchestra ed il coro del Teatro invidiatici da tutto il mondo; il Mo Carlo Ponti ed il Prof. Andrea Ballabio che hanno accettato il nostro invito con umiltà e simpatia; l’ottimismo e l’energia di Patrizio Rispo, direttore artistico di retour a Pozzuoli.

Ringrazio di cuore, infine, la città di Pozzuoli per la sua bellezza, la sua storia e la forza vulcanica che dona ai suoi cittadini, con la speranza, in altra, e vicina, occasione di poter organizzare nuove e splendide manifestazioni. In tal senso, è doveroso sottolineare che non c’era nessuna intenzione di escludere parte della cittadinanza all’evento anzi, al contrario d’includerla per intero dalla terrazza del sito archeologico; per questioni di tutela dell' Ex Macellum non è stato possibile realizzare un’arena più grande di quella progettata. Mi scuso per quanti non sono riusciti a vedere lo spettacolo nella sua interezza con la promessa di fare meglio in prossime occasioni.
 
 
Paolo Lubrano
Ideatore e Produttore Premio Civitas

Seguici:
Pubblicato nella News